The Hanged Garden
Sospese nel vuoto della Piazza Maggiore 54 piante da frutto si mostrano con la loro bellezza ed eleganza, creando un nuovo scenario urbano, un giardino che oscilla tra la naturalità e l'artificio,tra sogno e realtà. Nuvole e fiori si incontrano e si accostano in un ripetuto richiamo alla natura, verticale, sospesa, concentrica, in continua tensione con lo spettatore della piazza, della città e della fiera. Tra un’impercettibile gioco di prospettive continuamente interrotte, un sistema ad anelli concentrici composto da alberi in fiore su vaso e da manto erboso vegetale crea l'illusione di una quinta scenografica verde. Da qualunque punto si osservi, si ha l'impressione di una selva sospesa dal selciato e dal contesto urbano ed appesa ad una nuvola di palloncini che fluttuano e si elevano sulle chiome fiorite. Il posizionamento delle piante consente una totale permeabilità dello spazio. La flessibilità e la semplicità dell'allestimento consentono una totale adattabilità alla manifestazione e agli altri eventi collaterali, interagendo direttamente con i frequentatori, siano essi passanti, cittadini, turisti, lavoratori, bambini e non. L’opera temporanea, collocata sulla parte rialzata della piazza, si dà alla vista totalmente e in maniera immediata,ma contemporaneamente si nasconde per essere cercata e percorsa. Il giardino allude ad una dimensione temporanea di indeterminatezza, di gioco e di scoperta dove nascondersi e cercarsi, tipica dei labirinti. Solo dopo essere entrati in uno dei circoli fioriti, dopo aver rivolto lo sguardo al cielo, dopo aver perso il senso dell'orientamento e del tempo, si ha la percezione di trovarsi sospesi tra le nuvole, il verde e la città.

Media

11 photos

Building Activity

  • OpenBuildings
    OpenBuildings added a digital reference
    about 5 years ago via OpenBuildings.com