La Parrocchia di Agordo, proprietaria del lotto e degli edifici presenti su di esso, decise di dotarsi di alcune aule per le attività educativo/formative e di una sala capace di accogliere un discreto numero di persone in sostituzione a quelle esistenti oramai obsolete e in stato di abbandono. La soluzione più conveniente ed interessante previde di demolire quei fabbricato senza alcun valore storico culturale, di ristrutturare quella porzione di fabbricato che sottostava al vincolo della Sovrintendenza e di integrare gli spazi con quanto richiesto dalla Committente.
Nella progettazione del nuovo edificio si è posta particolare attenzione affinché i nuovi corpi di fabbrica non sovrastassero volumetricamente gli edifici che si era deciso di mantenere e con i quali avrebbero continuato a dialogare; così sono stati realizzati sia l’arretramento della facciata d’ingresso a ovest rispetto al piano in cui si trova la facciata dell’antica canonica sia la separazione tra le facciate dei due edifici lungo il lato sud, verso il cortile.
L’area è posta nel centro dell’abitato di Agordo, nelle vicinanze della piazza centrale e della chiesa. Elemento fondamentale dell’area appare il suo rapporto con il paesaggio: i fabbricati si dispongono come una sorta di podio naturale, protetto alle spalle dall’arcata dell’abitato e dalla mole dei monti Moiazza e Tàmer, e aperto con una visuale di 180 gradi verso sud, a inquadrare una porzione di paesaggio dolomitico che comprende Agner e Pale di San Lucano. Questo carattere panoramico ha parte importante nella configurazione del progetto.
L’uso attento delle aperture vetrate, che rendono visibile dall’esterno l’edificio originario o consentono, come nel caso del lucernario sul solaio del nuovo connettivo, la continuità della vista della parete fino alla gronda, contribuisce a quel rispetto delle gerarchie fondamentale in un contesto così articolato.

Building Activity

  • Manuel Zanon
    Manuel Zanon updated, updated 10 media and uploaded 2 media
    qdir agr 01 ukcm agr 01b
    about 6 years ago via OpenBuildings.com